Skip to main content

Creme viso che compattano: come funzionano?

Creme viso che compattano: come funzionano?

Con il passare dell’età, la nostra pelle può andare incontro ad alcuni cedimenti dovuti ad una riduzione nella produzione di acido ialuronico. Il risultato è la comparsa di diverse rughette soprattutto nelle aree più sensibili. Per scoprire come funzionano le creme che compattano la pelle donandole un effetto lifting, occorre partire dalla considerazione che possono esistere più nello specifico due esigenze diverse



Quale prodotto scegliere per una pelle più elastica 


Per una pelle più elastica dobbiamo, prima di qualsiasi altra cosa, cercare di idratarla. L’idratazione è infatti la chiave non solo per prevenire la formazione di rughette, ma anche per attenuarne l’aspetto. Una crema nutriente, fortemente idratante, permette infatti di prendersi cura della propria pelle soprattutto nelle aree più sensibili. Applicando una crema di questo tipo con costanza, potrai notare una maggiore elasticità e un maggior tono nella pelle. 


Qualsiasi crema idratante di buona qualità può in questo caso essere utile per mantenere un livello ottimale di idratazione. 


Oltre alla nostra crema giorno e crema notte, anche le soluzioni struccanti dovrebbero contenere sempre qualche ingrediente idratante capace di evitare che la parte pulente della composizione sia troppo aggressiva e contenga quindi anche una componente idratante che vada a ripristinare il film idro-lipidico della pelle. 






Quale prodotto scegliere per una pelle più compatta, effetto lifting 


Se sei invece alla ricerca di un prodotto che agisca sulla pelle rendendola più liscia e compatta, la risposta sono i prodotti ad effetto riempitivo. Questo tipo di prodotto permette infatti di andare a colmare tutti i solchi che compaiono sulla pelle con il passare dell’età. 


In questi casi occorre quindi scegliere un prodotto contenente ingredienti capaci di agire con un effetto riempitivo. 


La nostra Day biome contiene esapeptide 8, una molecola capace di mimare l’azione della tossina botulinica. Proprio come il botulino, questo speciale ingrediente agisce ricreando un piacevole effetto tensore che va a distendere la pelle del viso, rilassando le rughette della pelle e agendo colmando proprio i punti che risultano maggiormente “vuoti”. 


Un grande aiuto può arrivare, in questo senso, dalle creme che agiscono andando a rigenerare la pelle. La nostra Night Biome Detox per esempio, è una crema viso ad azione riparatrice e antiossidante che ogni sera, durante il riposo notturno, stimola la rigenerazione cellulare ristabilendo uno stato ottimale di benessere della pelle. 


L’acido ialuronico è un ingrediente particolarmente usato nelle formulazioni cosmetiche che garantiscono alla pelle un effetto lifting. L’acido ialuronico è infatti un ingrediente connettivo che permette di ripristinare il tono e la compattezza della pelle. 


Altri ingredienti ridensificanti sono per esempio la vitamina C e gli oli vegetali. Questi ingredienti sono infatti largamente presenti nei prodotti della linea base di Concilium. Gli oli contenuti sia nella crema giorno, Day Biome, che nella crema notte, Night Biome Detox, sono perfetti per garantire da un lato tutta l’idratazione di cui la pelle ha bisogno ogni giorno, mattina e sera, e al contempo l’effetto ridensificante per la compattezza della pelle. 

  

In sintesi per garantire risultati ottimali nella prevenzione e nel mantenimento di una pelle tonica e compatta, la prima cosa da fare è la ricerca di ingredienti che siano in linea con quanto desiderato. Tra questi ingredienti è assolutamente da privilegiare l’acido ialuronico, la vitamina c, gli oli vegetali e l’esapeptide 8. Tutti ingredienti che puoi trovare proprio nei prodotti Concilium!

Leggi tutto

Skincare: trucchetti social da NON seguire

Skincare: trucchetti social da NON seguire

Vitamina C e Acido ialuronico: tutto su questi ingredienti

Vitamina C e Acido ialuronico: tutto su questi ingredienti

Peeling viso prima e dopo: quali risultati si ottengono?

Peeling viso prima e dopo: quali risultati si ottengono?